SuperCoppa Italiana: la Lazio batte la Juve e le statistiche

SuperCoppa Italiana: la Lazio batte la Juve e le statistiche

La Lazio ha vinto la sua quarta SuperCoppa italiana in un incontro avvincente dall’inizio alla fine, che riviviamo nella sintesi che segue.

LA CRONACA

PRIMO TEMPO – Al 3′ prima occasione per la Juve, con Strakosha miracoloso sulla deviazione a due passi dalla linea da parte di Cuadrado.

Al 31′ il primo vero sussulto: Milinković-Savić pesca Immobile con un bel filtrante, e il campano si ritrova a tu per tu con Buffon: dribbling secco e contatto. Massa decreta il penalty. Sul dischetto va lo stesso Immobile, Buffon intuisce ma il tiro è perfettamente angolato. 1-0.

Nonostante il vantaggio, la Lazio non tira i remi in barca e due minuti dopo chiama di nuovo Buffon agli straordinari prima con Basta, poi con Lucas Leyda.

SECONDO TEMPO – Via alla ripresa e per i biancoazzurri sembra non sia cambiato nulla: al 54′ Parolo scodella in area un cross al bacio, su cui Immobile stacca egregiamente e infila un incolpevole Buffon. 2-0.

Partita finita? Tutt’altro, il bello deve ancora venire.

A mezz’ora dalla fine la Juve sembra svegliarsi dal torpore, e la maggior parte dei minuti rimanenti si giocherà tutta nella metà campo della Lazio. Douglas Costa è il più attivo fra i bianconeri, ma è Dybala ad accorciare le distanze all’85′ con un calcio di punizione che rende pienamente merito al numero di maglia che ha ereditato. 2-1.

Quattro minuti più tardi Marušić atterra Alex Sandro in area ed Massa non ci pensa un secondo a pareggiare il numero di rigori concessi. Dagli undici metri, Dybala decreta altri due pareggi: quello delle reti segnate in totale (2-2) e quello delle doppiette.

Già qui l’incontro poteva essere definito al cardiopalma, con due reti che appattano il risultato negli ultimi cinque minuti regolamentari. Ma di minuti (di recupero) devono esserne giocati ancora 4. E proprio al 94′ Lukaku (subentrato a Lulić) si beve De Sciglio sulla sinistra, penetra in area e piazza un traversone al veleno all’altezza del dischetto, dove Murgia (subentrato a Leiva) si fa trovare pronto per infilare Buffon col piattone destro.

Quarta SuperCoppa

3-2 il risultato finale, con la Lazio che riesce a battere i campioni d’Italia e vice campioni d’Europa, la maggior parte dei pronostici e soprattutto le statistiche: nella storia della competizione, è la seconda volta che la SuperCoppa va alla finalista di Coppa Italia.

Leave a Reply