Supercoppa Europea al Real Madrid: battuto 2-1 il Manchester United

Supercoppa Europea al Real Madrid: battuto 2-1 il Manchester United

Dopo le prime gare ufficiali delle supercoppe nazionali, si inizia a fare sul serio anche in Europa.

Ieri a Skopje in Macedonia è stato assegnato il primo trofeo stagionale, la Supercoppa Europea.
Le contendenti erano Real Madrid (vincitrice dell’ultima edizione della Champions League) e Manchester United (detentrice dell’Europa League), e il risultato finale è stato di 2-1 per i blancos che, dopo campionato e Champions, aggiungono in bacheca il terzo trofeo del 2017.

Non lasci ingannare il risultato, né il fatto che a giocarsi la coppa sono state due fra le migliori compagini del calcio mondiale durante i primi anni 2000. Non c’è stata una partita vera e propria, con i madridisti padroni del campo per tutti i 90 minuti che avrebbero meritato una vittoria di ben più larga misura.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Spagnoli all’attacco sin dall’inizio del match, e già al 16′ vanno vicini al vantaggio con una traversa colpita da Carvajal. Il gol arriva otto minuti dopo grazie ad un bel lancio ancora di Carvajal che trova Casemiro – scattato sul filo del fuorigioco – pronto in area a battere De Gea con un sinistro incrociato. 24′, 1-0.

Il Manchester ci prova fino alla fine del primo tempo, ma ogni tentativo pare troppo timido o troppo velleitario e finisce per infrangersi sulla ben disposta retroguardia madridista.

Inizia il secondo tempo e la musica non cambia: il Real Madrid la fa da padrone in ogni zona del rettangolo del gioco, mentre le controffensive del Manchester sembrano tutte destinate a risolversi in un nulla di fatto sin dall’impostazione iniziale. Al 52′, perfetto uno due fra Isco e Bale al limite dell’area, difesa inglese immobile, lo spagnolo insacca passeggiando. 2-0.

Al 61′, Bale colpisce una traversa a pochi passi da De Gea, e sul cambio di fronte Lukaku accorcia le distanze per il Manchester raccogliendo una respinta non proprio felicissima di Navas: 2-1. Qualche emozione da una parte e dall’altra fino al 90′ (compresi 10 minuti di gara per Cristiano Ronaldo), ma il risultato non cambia.

Il fischio finale di Rocchi assegna a Zinédine Zidane il sesto trofeo da quando siede sulla panchina del Real, Mentre per Mourinho arriva la prima bruciatura della stagione.

Leave a Reply