Serie A: il resoconto della prima giornata

Serie A: il resoconto della prima giornata

In attesa che il campionato entri nella sua fase “spezzatino” con partite sparse su tutto l’arco della settimana, ci godiamo questo primo turno che ha previsto due anticipi al sabato e tutte le altre gare di domenica.

Il 116° campionato di Serie A, quello più anticipato della storia, esordisce mettendosi il vestito buono, con tutte le gare giocate in serata o nel tardo pomeriggio e, come in ogni occasione di gala che si rispetti, ci ha fatto vedere tante cose belle e pochissime sorprese.

È questo il primo campionato del VAR, la nuova tecnologia che dovrebbe aiutare i direttori di gara a commettere meno errori garantendo così parità di trattamento per entrambe le squadre in ogni momento dell’incontro. Ed il VAR è stato usato già nella sfida di sabato fra Juventus e Cagliari (3-0) quando al 38′ sull’1-0 per la Juve l’arbitro Maresca assegna un rigore agli ospiti per contatto in area fra Alex Sandro e Cop. Rigore poi fallito, ma buona la prima per la tanto discussa moviola in campo.

La Juve suona la campanella d’inizio anno, e a poche ore di distanza, sull’altro estremo dell’A4, il Napoli dal Bentegodi risponde presente rifilando tre gol al Verona.

Arriva la domenica e nel pomeriggio arriva anche la prima partita della Roma senza Francesco Totti, che nella nuova veste di dirigente segue i suoi dalla tribuna. I giallorossi battono l’Atalanta a Bergamo per 1-0, con rete del neoacquisto ed ex laziale Kolárov in una partita non priva di sofferenze. E deve aver sofferto non poco anche l’ex numero 10, che in un tweet ha definito l’esperienza “davvero tosta”.

20.45: scendono in campo tutte le altre. Curiosità da parte di media e appassionati per la SPAL che ritrova la Serie A dopo mezzo secolo esatto dall’ultima partecipazione, e interesse anche per il Benevento alla primissima assoluta nella massima divisione. Se la cavano entrambe egregiamente, con i ferraresi che all’Olimpico fermano la Lazio sullo 0-0, e “le streghe” addirittura in vantaggio contro la Sampdoria prima di cedere 2-1.

Bene pure Milan e Inter, implacabili (3-0) contro un Crotone e una Fiorentina mai davvero all’altezza. Pareggiano Bologna e Torino (1-1) e Sassuolo e Genova (0-0), mentre un Chievo corsaro riesce ad espugnare il Friuli imponendosi per 2-1 sui padroni di casa dell’Udinese.

Leave a Reply