Roma: nervi tesi fra Pallotta e tifosi

Roma: nervi tesi fra Pallotta e tifosi

Si scaldano gli animi fra la tifoseria romanista dopo alcune recenti dichiarazioni del patron Pallotta.

Il numero 1 giallorosso è infatti intervenuto al recente convegno Leaders in Sport, dove ha parlato lungamente dei piani futuri della sua società inerentemente alla costruzione del nuovo stadio e alle misure di sicurezza che la Roma adotterà a breve termine. In riferimento al nuovo stadio che sorgerà nell’area di Tor di Valle, Pallotta ha affermato che “stiamo dedicando molto tempo nel decidere che tipo di misure di sicurezza ci saranno, che tipo di riconoscimento facciale useremo. Da qui a tre anni, – ha aggiunto Pallotta – le cose saranno diverse rispetto ad oggi. Attualmente a Roma i problemi di sicurezza sono davvero significativi”.

Per quel che riguarda l’aumento delle misure di sicurezza da apportare all’Olimpico, il presidente è stato più che chiaro: “Abbiamo chiesto se potessimo installare telecamere ad alta definizione all’interno dello stadio. Le abbiamo comprate noi, anche se non siamo i proprietari della struttura, e l’abbiamo fatto per scoprire chi è che crea problemi”.

Affermazioni che non devono essere andate giù a una parte della tifoseria giallorossa, che nella notte ha appeso due striscioni presso la stazione di Tor di Valle. Le diciture, inequivocabili, recitavano slogan come “Pallotta U$A e getta” e “Pallotta spia vattene“.

Alle rimostranze fisiche hanno fatto eco quelle virtuali. Sin dalle prime ore della giornata sua alcuni forum e siti dedicati ai tifosi è apparsa una lettera, poi divenuta immediatamente virale sui social. L’estratto recita: “L’ AS Roma non è conosciuta per le grandi vittorie oppure le bacheche piene di trofei anzi, l’esatto contrario. È conosciuta perché nelle tante sconfitte cocenti e grandi delusioni i suoi tifosi non hanno mai mollato e si sono esaltati. L’elenco è lunghissimo, potremmo iniziare dalla finale di Coppa Campioni per passare a quella di Coppa Uefa, Roma-Lecce, le finali di coppa Italia con quella catastrofica del 26 maggio, le tante uscite delle coppe con i tifosi che cantavano con le lacrime. Roma-Bayern Monaco è stata una delle ultime”.

Per ora non è pervenuta nessuna replica da parte della società, che comunque non dovrebbe farsi attendere.

Leave a Reply