Ranking FIFA: Brasile di nuovo primo

Ranking FIFA: Brasile di nuovo primo

È stata diramata oggi la nuova classifica mensile della FIFA, il ranking che – in linea teorica – dovrebbe garantire una valutazione oggettiva sull’effettivo stato di forma delle nazionali di calcio afferenti a tutte le confederazioni facenti capo al massimo organismo del calcio mondiale.

PRIMO IL BRASILE, TESTA A TESTA ITALIA-SPAGNA – Dopo un mese, il Brasile ritorna sul gradino più alto del podio (1604 punti) scavalcando i campioni del Mondo in carica della Germania (1549) in una classifica che è dominata fino alla 23esima posizione dalle sole nazionali europee e sudamericane. Terza, stabile, è l’Argentina, mentre Svizzera e Polonia guadagnano una posizione a testa piazzandosi rispettivamente al quarto e quinto posto. Elvetici e polacchi mai così in alto da quando esiste il ranking (1993).

Concludono la top ten Portogallo (6° posto, -2 rispetto a luglio) Cile e Colombia (7° e 8°, invariati), Belgio (9°, +1), Francia (10°, -1). L’undicesima e la dodicesima posizione sono occupate rispettivamente da Spagna e Italia, entrambe stabili rispetto a luglio, sebbene esista la probabilità che le posizioni possano invertirsi qualora gli Azzurri dovessero battere le Furie Rosse nell’imminente incontro valevole per le qualificazioni ai Mondiali del 2018 che si disputerà il 2 settembre prossimo al Bernabéu di Madrid.

LE VARIE CONFEDERAZIONI – Complici i risultati positivi della recentemente conclusasi Gold Cup, i campioni uscenti degli Stati Uniti guadagnano 9 posizioni e ottengono il 26esimo piazzamento, mentre la finalista Giamaica passa dal 76esimo al 57esimo posto (+19).

Non è tuttavia il risultato più sorprendente: se per quel che riguarda le federazioni africane l’Egitto mantiene il primato (25esima nella classifica generale), la Namibia si dimostra essere la Nazionale che ha fatto il balzo maggiore dell’intero tabellone, guadagnando ben 20 posizioni e attestandosi al 136° posto.

Per la CAF mantiene la testa l’Iran (24esima in classifica generale e prima delle non europee o sudamericane), seguito da Giappone (44°) e Australia (45°), mentre la Nuova Zelanda (123°) rimane stabilmente prima fra le afferenti all’OFC.

Infine, il cucchiaio di legno della peggior “discesa” va assegnato alla Nazionale di Curaçao, che in un solo mese ha perso ben diciotto posizioni.

Leave a Reply