Milan: la colpa è di Gattuso?

Milan: la colpa è di Gattuso?

Il cambio Montella – Gattuso non ha sortito l’effetto desiderato, purtroppo per il team rossonero. L’arrivo di Gennaro sulla panchina del Milan ha permesso di raccogliere, in 4 gare, solo 4 punti.

Oltre alla vittoria in campionato contro il Bologna, il Milan di Gattuso ha trionfato solo in Coppa Italia contro il Verona Riserve, davvero troppo poco.

Da dove arrivano i problemi del Milan?

Certamente la colpa dello scarso rendimento del Milan non era colpa di Montella, ma arriva da ben più lontano, e sta proprio alla dirigenza e all’allenatore cercare di scoprire la motivazione.

Scarsa forma? Pochezza tecnica? Poca compattezza di squadra? Quello che è certo è che i giocatori sembrano allo sbando, le controfigure di loro stessi, a partire da Ricardo Rodriguez, uno dei più in gamba con Montella, uno dei più negativi oggi, ma anche l’ex juventino Bonucci (si sarà pentito di aver lasciato i bianconeri, oggi secondi in classifica).

Rino Gattuso è ovviamente sul banco degli imputati, come capiterebbe ad ogni allenatore di fronte a risultati così negativi, e a lui si aggiunge anche Mirabelli: i due si sono presi tutte le colpe del rendimento attuale dei rossoneri ma, come detto, la colpa non sta realmente lì.

Un errore cacciare Montella?

Nonostante che le colpe non stiano certo in Gattuso, è stato un errore cacciare Montella proprio mentre la squadra stava andando meglio. La decisione è stata presa sicuramente di fretta ed è figlia di quella necessità di risultati che è propria del calcio italiano da qualche decennio a questa parte.

Seedorf e Inzaghi si sono bruciati, poi Montella, ora Gattuso. Tra tre giorni ci sarà il derby in Coppa Italia contro l’Inter, poi la sfida di campionato a Firenze contro i viola.

Si tratta di due match che potrebbero “rompere” in maniera definitiva Gattuso, oppure sancirne la ripresa. Tra 180 minuti lo sapremo.

Leave a Reply