La Sampdoria ha la maglia più bella del mondo

La Sampdoria ha la maglia più bella del mondo

Gli inglesi, si sa, quando si tratta di calcio guardano poco al proprio orticello e molto alla realtà dei fatti.

È secondo quest’ottica che gli editori della celebre rivista britannica Four Four Two devono aver stilato la classifica delle maglie più belle del mondo per la stagione 2017/2018. Tanti i campionati presi in considerazione; prevalentemente tutti i maggiori europei più quelli brasiliano e argentino, quattro italiane nella lista.

DUE ITALIANE NELLA TOP 10 – Secondo Greg Lea, l’editor che si è occupato dell’articolo, in questa particolare classifica la Fiorentina occuperebbe il 17° posto, il Torino il 7° e il Milan il 5°. Di seguito vediamo come l’autore giustifica l’inserimento delle tre italiane fra le prime 19 maglie più belle al mondo.

Fiorentina – Un classico minimalista da parte di Le Coq Sportif, sebbene la Fiorentina stava quasi per essere esclusa dalla classifica per aver presentato quattro (quattro!) maglie da trasferta per la stagione 2017/2018. Nessuna di queste eguaglia lontanamente il viola delle gare casalinghe, che probabilmente è stato ritenuto troppo sacro da toccare. A volte “meno” vuol dire “di più”.

Torino – L’assenza di uno sponsor potrebbe creare qualche grattacapo ai commercialisti del club, ma per gli amanti dei completi neutrali vale come bonus. Fate attenzione al toro stampato in filigrana – simbolo del club e della città di Torino – raffigurato nel momento che precede la carica. Peculiare ma di discreto.

Milan – Che trio. Nonostante la frenesia da calcio mercato, al Milan hanno comunque trovato il tempo per realizzare tre splendidi completi, in ognuno dei quali sono ben visibili il rosso e il nero, colori tradizionali del club. Giù il cappello.

PRIMA LA SAMPDORIA – Conduce questa particolare classifica, davanti al Boca Juniors e al Palmeiras, un’altra italiana: la Samp di Siniša Mihajlović, la cui divisa viene così descritta:

Fortunatamente la formula vincente non è stata cambiata. Sia le divise di casa che quelle per le trasferte riportano le leggendarie strisce orizzontali blu, rosse e bianche. Il gagliardetto (con il Baciccia) rimane sulla manica, ed è una di quelle cose che solo una maglia figa come quella della Samp può permettersi.

Il Baciccia, il simbolo della Sampdoria sulla nuova maglia 2018.

Il Baciccia, il simbolo della Sampdoria sulla manica della nuova maglia 2017/2018.

Maglia Sampdoria 2018

Oltre alla scelta del Baciccia sulla manica, ecco le principali caratteristiche della maglia 2018 della Sampdoria: il tessuto con cui è stata realizzata è polyestere sportivo, che la rende elastica e confortevole in fase di gara. L’azienda che produce la maglia, la Joma, ha usato con sapienza la tecnologia DRYMX, che permette al tessuto una grande traspirabilità e lascia il corpo asciutto.

In tutte le aree di massima sudorazione il materiale scelto è il MESH, tessuto elastico che ha ricevuto un trattamento antibatterico. La ventilazione mantiene il corpo asciutto e a temperatura costante, permettendo di tenere delle prestazioni tecniche elevate.

Le parole “la maglia più bella del mondo” sono cucite all’interno di ogni divisa. E chi siamo noi per dissentire?

Leave a Reply