L’Inter regina del calcio d’estate, e Handanovič suona la carica

L’Inter regina del calcio d’estate, e Handanovič suona la carica

Con l’inizio del mese di agosto il calcio d’estate effettua il suo tipico giro di boa: lasciata la scorsa stagione di campionato e le finali delle coppe internazionali alle spalle, le compagini italiane sono già a buon punto della preparazione, e qualcuno non si tira in dietro dal fare i primi, seppur timidi, pronostici.

Nelle amichevoli che l’hanno vista impegnata fino ad ora, l’Inter è riuscita a farsi valere in ogni partita fra quelle disputate in estremo oriente in seno all’International Champions Cup: pareggio con lo Schalcke (sebbene il match non fosse incardinato nel torneo) e poi tripletta di vittorie con Ol. Lyone (1-0), Bayern Monaco (2-0) e Chelsea (2-1).

Vedremo se la squadra del neoallenatore Spalletti riuscirà a dimostrare ancora una volta di essere già in un buono stato di forma nelle due prossime amichevoli che la vedranno impegnata in Italia contro le spagnole del Villareal e Betis Siviglia.

Chi è sicuro dei mezzi della propria squadra è sicuramente uno dei senatori nerazzuri, quel Samir Handanovič che nella stagione 2017/2018 difenderà i pali dell’Inter per il sesto anno di fila. In un’intervista rilasciata recentemente ai microfoni di Inter Channel, l’estremo difensore sloveno ha fatto trapelare le sue impressioni positive sullo stato di forma dell’Inter e sui risultati che la squadra potrebbe raggiungere nella prossima stagione.

Prima che la breve intervista giunga alle sue fasi conclusive, Handanovič preferisce prima di tutto mettere le mani avanti, ammettendo che “all’inizio non si sa mai dove sei e come va la cosa. Tutte le squadre si sono rinforzate e molte di queste posso ambire ad una posizione di vertice”, per poi suonare la carica compagni con un più intraprendente: “secondo me sarà un campionato ancora più equilibrato. L’Inter deve fare bene. Dobbiamo fare il nostro lavoro e cominciare col piede giusto. Ma non mi piace fare proclami”.

La prudenza mista ad ottimismo del portiere nerazzuro potrebbe lasciare ben sperare i tanti tifosi interisti che non vedono la propria squadra del cuore alzare un trofeo al cielo dalla stagione 2010/2011.

Staremo a vedere se questo sarà l’anno della svolta. Le premesse ci sono tutte.

Leave a Reply