La Francia è Campione del Mondo 2018

La Francia è Campione del Mondo 2018

Alla fine ha vinto il più forte, ma anche il più fortunato. La Francia alza la sua seconda Coppa del Mondo vincendo la ventunesima edizione della kermesse iridata, ospitata dalla Russia, superando per 4-2 la Croazia.

Il match si è sviluppato con un primo tempo dominato dagli slavi, puniti dagli episodi: un autogol di Mandzuckic e un rigore di Griezmann per un fortuito tocco di mano di Perisic. Lo splendido goal dell’ala-attaccante dell’Inter aveva riaperto i giochi, ma le due squadre sono rientrate per l’intervallo con un 2-1 a favore dei transalpini, che al momento non avevano mai costruito una vera azione di gioco.

Nella ripresa la maggior freschezza atletica dei francesi, e il minor numero di minuti giocati durante il Mondiale, ha portato all’allungo decisivo, favorito anche da una performance non all’altezza dell’estremo Subasic, con colpe sia sul tiro di Pogba che (soprattutto) sulla realizzazione di Mbappè.

La papera colossale del collega Lloris, che ha favorito la rete di Mandzuckic, ha riaperto il match con venti minuti ancora da giocare, ma i croati non ne avevano più, e la partita è rimasta inchiodata sul 4-2 fino alla fine.

Onore agli uomini di Deschamps (ma anche a quelli di Dalic) per la vittoria finale, in un Mondiale segnato da un livello infimo dei portieri, dalla VAR, dal crollo delle grandi tradizionali, e che ha saputo comunque regalarci qualche bella partita ed emozione.

Francia – Croazia: il tabellino

Francia-Croazia 4-2 (2-1)
Francia (4-2-3-1): Lloris, Pavard, Varane, Umtiti, Hernandez, Pogba, Kanté (10′ st Nzonzi), Mbappé, Griezmann, Matuidi (28′ st Tolisso), Giroud (37′ st Fekir). (23 Areola, 16 Mandanda, 3 Kimpembe, 17 Ramy, 19 Sidibé, 22 Mendy, 8 Lemar, 11 O. Dembelé, 20 Thauvin). All.: Deschamps.
Croazia (4-2-3-1): Subasic, Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic (37′ st Pjaca), Brozovic, Rakitic, Rebic (26′ st Kramaric), Modric, Perisic, Mandzukic. (12 L. Kalinic, 1 Livakovic, 5 Corluka, 8 Kovacic, 13 Jedvaj, 15 Caleta Car, 19 Badelj, 22 Pivaric, 14 Bradaric). All.: Dalic.
Arbitro: Pitana (Argentina).
Reti: nel pt 18′ Mandzukic (autorete), 28′ Perisic, 38′ Griezmann (rigore); nel st 14′ Pogba, 19′ Mbappé, 24′ Mandzukic.
Ammoniti: Kanté, Hernandez e Vrsaljko per gioco falloso.
Angoli: 6-2 per la Croazia.
Recupero: 3′ e 5′.
Spettatori: 81.030.

Francia – Croazia: le pagelle

Francia

Lloris 5: è il Capitano, alza la Coppa, ma la papera della seconda rete croata macchia la gara e il suo Mondiale.

Pavard 6,5: ha uno dei compiti più difficili, contenere un Perisic in forma, ma dopo un inizio arduo riesce a prendergli le misure.

Varane 7: ottimo (e vincente) difensore centrale, a differenza del Real Madrid qui è titolare inamovibile e protagonista.

Umtiti 6,5: passa la gara a fare a sportellate con Mandzuckic, riuscendo (quasi) sempre a neutralizzarlo.

Hernandez 6: esterno “invisibile”, non appariscente, ma anche senza sbavature.

Mbappé 7: nel primo tempo gli unici tentativi francesi di fare qualcosa passano dalle sue accelerazioni. Il goal è più un regalo di Subasic che un suo merito. Sembra un predestinato, il tempo ci dirà fino a quale livello.

Pogba 7: altro predestinato da almeno un quinquennio, fa in realtà un ottimo lavoro “sporco” in copertura su Modric, propizia e realizza un goal “generoso” elargito da Subasic. Dà sempre l’impressione di raccogliere (tra trofei, consensi ed ingaggi) più di quanto meriti.

Kantè 5,5: meno concreto ed efficace del solito, il peggiore della linea mediana transalpina.

Matuidi 6: fa il suo compito, senza sbavature.

Giroud 5: è il centravanti più “falso” della storia, e forse anche uno dei più scarsi. Deschamps lo ha però eletto a suggello degli equilibri tattici e di spogliatoio della squadra, e si laurea Campione del Mondo senza praticamente mai tirare in porta.

Griezmann 7,5: probabile Pallone D’Oro, si riscatta per l’Europeo perso di due anni fa.

Deschamps 8: sarà fortunato, sarà calcolatore, ma entra nell’Elite (Zagallo, Beckenbauer) di chi ha vinto un Mondiale in campo e in panchina.

Croazia

Subasic 5: dopo i miracoli dal dischetto nei turni precedenti, capitola nella ripresa su due tiri non irresistibili.

Vrsaljko 6,5: ottimo Mondiale, buona la finale, deve però evitare di strafare (per esempio tentando tiri in porta dalla distanza).

Lovren 5: non è mai stato un fenomeno, e i suoi limiti vengono a galla in questa finale.

Vida 5: idem con patate.

Strinic 5: deve affrontare Mbappé, non è roba per lui.

Brozovic 5,5: meno brillante del solito.

Rebic 6: se la cava bene e mette alla prova Lloris con un bel tiro.

Modric 6: da lui ci aspettavamo comunque qualcosa di più, evidentemente non ne aveva più.

Rakitic 6,5: meglio del partner, ma non basta.

Perisic 7: grande Mondiale, grande finale nonostante fosse in dubbio per affaticamento muscolare. Il migliore dei suoi.

Mandzuckic 6: il goal fortunato annulla l’autogoal sfortunato.

Dalic 7: un Mondiale da incorniciare, la sua Croazia, giunta stanchissima in Finale, passerà comunque alla Storia.

Leave a Reply