Finale di Supercoppa Italiana: Allegri e Higuain, sindrome da finale

Finale di Supercoppa Italiana: Allegri e Higuain, sindrome da finale

La Juventus perde malamente la finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio per 3-2 . Il risultato, però, è bugiardo di quello che abbiamo visto in campo, sia perché i biancocelesti hanno effettivamente giocato meglio, sia perché alla Juventus manca ancora quella cattiveria da finale che non è quasi mai riuscita a dimostrare: Mr. Allegri ha perso 3 delle sue 4 finali.

Forse troppa tensione del momento? Forse che psicologicamente non riesce a trasmettere la giusta carica ai suoi? Quale che sia il motivo, alla Juventus farebbero bene a preoccuparsene, soprattutto perché siamo ad una settimana dall’inizio del campionato e anche perché, quest’anno, i bianconeri vorranno certo provare la rivincita della finale di Champions League persa malamente a Cardiff, contro il Barcellona, lo scorso maggio.

Cosa è mancato alla Juve in finale di Supercoppa?

Sicuramente alla Juve è mancato Higuain. L’argentino non è mai stato realmente in partita, anzi. Poca cattiveria, poca grinta, praticamente nessun pallone interessante e nessuna grande occasione da gol.

Lo stesso possiamo dire della difesa, con Benatia che è sembrato un po’ a disagio al centro tra Barzagli e Chiellini (è vero che un altro Bonucci è difficile da trovare).

Anche a centrocampo, la Juventus non ha certo brillato: De Sciglio e Lukaku non sono riusciti a dare il meglio di sé, e nel complesso la Juventus è sembrata messa non proprio benissimo.

Alla Juve sembrano mancare un paio di innesti di qualità, sia in difesa che al centro.

In attacco, a parte la serata “no” del Pipita, Dybala ha fatto vedere una grande partita, magistrale la sua punizione e rigore impeccabile.

Inzaghi, record

Ieri, intanto, Simone Inzaghi ha fatto segnare un record non da poco: è l’unico della compagine laziale ad aver vinto il trofeo sia da calciatore che da allenatore.

Leave a Reply