Europa League: Milan di misura, bene Mancini. Stramaccioni e Tramezzani ko

Europa League: Milan di misura, bene Mancini. Stramaccioni e Tramezzani ko

Tempo di bilanci per le squadre e gli allenatori italiani impegnati ieri nelle gare di andata del terzo turno di qualificazione all’Europa League 2017/2018.

Parte bene il Milan, all’esordio stagionale nelle competizioni europee. Ai rossoneri occorrono 44 minuti per avere ragione dei romeni del CSU Cracovia grazie ad una bella punizione dell’elvetico Ricardo Rodriguez. Ma al dilà del risultato non propriamente tennistico, il match ha saputo rivelare altri importanti indizi sulla condizione del Milan, che è riuscito a offrire una prestazione più che soddisfacente in considerazione del momento particolare della stagione, in cui la preparazione non è al top.

Per quanto riguarda la cronaca del match, va segnalato che il CSU ha voluto fare la partita nei primissimi minuti, costruendo sul piede dell’ ex Pescara Mitrita la prima vera occasione da gol. Al 22esimo il centrocapista rumeno sfugge al controllo della difesa milanista e calcia in porta; buona la risposta di Donnarumma.

Poi tanto Milan: si annotano al 27′ il palo colpito dal giovanissimo attaccante molisano Patrick Cutrone (classe 1998) a cui farà seguito poco prima dell’intervallo la rete su calcio piazzato di Rodriguez. Una nota di merito va sicuramente spesa nei confronti del CSU, che non ha mai mollato e al 60′ ha addirittura sfiorato il pareggio ancora con Mitrita. Il ritorno a San Siro è previsto per giovedì 3 agosto alle ore 20.45. Già staccati 47.000 biglietti.

Bene ma non benissimo i risultati degli allenatori italiani impegnati con le loro compagini in questo terzo turno preliminare: la nuova avventura di Mancini in terra di Russia comincia con il piede giusto in quanto il suo Zenit ha superato per 2-0 gli israeliani del Bnei Yehuda in trasferta. Passi falsi invece per lo Sparta Praga di Stramaccioni e il Sion di Tramezzani: la compagine ceca perde 2-0 in trasferta contro i serbi della Stella Rossa, mentre il Sion depone le armi con un sonoro 3-0 in casa del Sūduva, squadra lituana impegnata nella competizione sin dal primo turno eliminatorio.

Leave a Reply