Decima giornata di Serie A: vincono tutte le grandi, invariata la vetta

Decima giornata di Serie A: vincono tutte le grandi, invariata la vetta

Il turno infrasettimanale della decima giornata di A non ha offerto grandi scossoni alla classifica (soprattutto a quella di vertice) ma almeno ci ha regalato tanti gol e molte partite divertenti.

Il Napoli mantiene il primo posto piegando il Genoa a domicilio. Il risultato finale di 3-2 per i partenopei è figlio del vantaggio genoano dopo soli quattro minuti di gioco con Taarabt, che il Napoli agguanta e ribalta in mezz’ora. Un doppio Mertens (14′ e 30′) porta gli uomini di Sarri in vantaggio. Un’autorete di Zukanovic (60′) permette agli azzurri di allungare ulteriormente e di portarsi sull’1-3, e a nulla serve la rete di Izzo a tempo ormai scaduto.

L’Inter mantiene la seconda posizione a due punti dalla vetta battendo in casa la Sampdoria con identico risultato: in poco più di un’ora i nerazzurri sono già avanti di 3-0 grazie alle reti di Skriniar (18′) e Icardi (32′ e 54′). I blucerchiati non ci stanno e riescono ad accorciare le distanze prima con Kownacki al 64′ e poi con Quagliarella all’85’. Ma si svegliano tardi, e non c’è abbastanza tempo per sperare in una clamorosa rimonta.

Appaiate in terza posizione troviamo Juve e Lazio, entrambe a 25 punti e a -3 dalla capolista Napoli.  Bianconeri sul velluto in casa contro la Spal, a cui rifilano un secco 4-1 mandando in rete Bernardeschi (14′), Dybala (22′), Huguain (65′) e Cuadrado (70′). Al 34′, la rete di Paloschi è solo un intermezzo emiliano nel poker dei piemontesi.

Dopo le polemiche sul caso Irriducibili, una Lazio un po’ spenta se la deve vedere con un Bologna davvero in forma durante questo campionato. La differenza tecnica si fa comunque sentire, e i biancocelesti hanno ragione degli avversari per 2-1. Reti di Milinkovic-Savic al 4′ e di Lulic al 28′. Lo stesso Lulic al 50′ manda la palla nella sua porta, regalando ai bolognesi il gol della bandiera. Immobile – e questa è una notizia – al 20′ calcia un rigore sul palo.

Bene anche la Roma, che batte in casa il Crotone per 1-0. Rete di Perotti su rigore al 10′ del primo tempo. Ora Juve e Lazio sono a sole 4 lunghezze, ed i giallorossi hanno ancora una gara da recuperare.

Vincono, infine, Fiorentina e Milan, battendo rispettivamente per 3-0 e 4-1 Torino e Chievo. Sono ora entrambe in 7a posizione ad un punto dalla Samp.

Leave a Reply