Champions League: Napoli, buona la prima. 2-0 al Nizza

Champions League: Napoli, buona la prima. 2-0 al Nizza

Il Napoli inizia col piede giusto la sua avventura in Champions League battendo per 2-0 il Nizza: reti di Mertens e Jorginho.

La cronaca della partita

In un San Paolo gremito in ogni ordine di posti, il Napoli indossa il vestito buono per la gara inaugurale della sua stagione agonistica. La squadra da affrontare è un Nizza privo di Balotelli e Sneijder, non ancora al top della forma.

PRIMO TEMPO – Napoli favorito per il passaggio del turno,  e parte subito forte con due conclusioni di Hamšík (2′, alto) e Callejon (8′ di testa, fuori di poco).

È solo il preludio alla rete partenopea che arriva al 14′ con Mertens, bravo a sfruttare una palla lanciata in profondità da centrocampo, dribblare Cardinale e insaccare a porta vuota. Fino alla fine del primo tempo è solo Napoli, che si rende pericoloso in almeno quattro occasioni, ancora con Callejon e Mertens e Insigne.

1-0 all’intervallo e una sola squadra in campo.

SECONDO TEMPO – La ripresa è addirittura più vivace del primo tempo, con Insigne che colpisce il palo esterno in tap-in al 50′ e Mertens (62′) che conclude una bella triangolazione piazzando di pochissimo al lato della porta del Nizza.

Al 70′ il meritato raddoppio del Napoli: Mertens viene steso senza troppi complimenti da Jallet giusto un passo all’interno dell’area. Rigore sacrosanto e trasformazione perfetta di Jorginho.

Da qui al 90′ si assiste alla girandola delle sostituzioni con il Nizza che prova il tutto per tutto ma finisce per farsi trascinare dalla foga, e termina il match in 9: all’80’ l’arbitro Marciniak manda sotto la doccia Koziello per un’entrata dura su Zieliński e, per le proteste che ne scaturiscono, mostra il secondo giallo a Plea ponendo di fatto fine ad ogni velleità del Nizza di agguantare il pareggio.

Sarri e Mertens: potevamo fare di più

Soddisfazione e anche un po’ di rammarico in casa Napoli, che sicuramente avrebbe meritato di più. Sarri ha infatti puntualizzato come con più lucidità si sarebbe potuta concludere la partita con un risultato più secco, che avrebbe reso la gara di ritorno una mera passerella.

Ancor più critico Martens, senza dubbio il migliore in campo, che definisce “troppo poco” questo 2-0.

Leave a Reply