Anticipi di A: la Juve espugna il S. Paolo (Higuain) e avvicina il Napoli

Anticipi di A: la Juve espugna il S. Paolo (Higuain) e avvicina il Napoli

Stadio S. Paolo, è la notte di Napoli-Juventus. Record di spettatori (56.000) e di incasso, con il Napoli che ha la consapevolezza di se forse potrebbe essere la forza di un’intera città. Sarri conferma Mario Rui sulla sinistra, poi tutti gli altri titolari. In casa bianconera Allegri rischia Higuain dal primo minuto, e preferisce De Sciglio e Asamoah rispetto a Barzagli e Alex Sandro.

Modulo a specchio, 4-3-3. Arbitra Orsato di Schio.

La cronaca della partita

Al 1′ Insigne per Hamisk, la conclusione del capitano del Napoli è murata da Benatia. Al 3′ Allan ruba palla a Pjanic, l’appoggio è proprio per Hamsik che non trova il tempo della battuta all’altezza del dischetto del rigore.

Al 4′ ripartenza di Huguain che appoggia per Douglas Costa, inserimento del Pipita e Reina salva la porta partenopea. È il preludio a quanto accade poco dopo. Sbaglia Insigne, ne approfitta Douglas Costa per la ripartenza bianconera, l’appoggio è per Dybala che copre metà campo palla al piede; apertura per Higuain che appoggia in rete a fil di palo con Mario Rui in colpevole ritardo. 12′, 1-0 Juve.

Al 18’ Buffon è bravo su Hamsik e pochi minuti dopo sugli sviluppi di un calcio d’angolo Benatia spreca l’occasione del raddoppio bianconero. Al 31’ ancora un errore di Chiellini, e Insigne da fuori area scarica un destro che solo un Buffon in gran forma è in grado di deviare. Sugli sviluppi del calcio d’angolo ancora Buffon salva sulla spizzata di Mertens.

Il secondo tempo si apre con un bel fraseggio fra Jorgino e Hamsik, Mertens e poi Insgigne che di prima intenzione scarica su Buffon. Al 10’ Mertens serve Allan in area, murato da Chiellini; raccoglie Callejon, la diagonale sfiora il palo della porta avversaria.

Al 20’ il Napoli reclama un rigore per una mano larga di Chellini su Insigne, nulla da fare per Orsato.

Sull’altra sponda un Reina fenomenale salva su Matuidi a botta sicura al 23’. Al 28’ si registra l’ultimo assalto del Napoli con il diagonale di Insigne che si spegne sul fondo. Non è la sua serata.

È invece la serata di Higuain e della Juve, che ora guarda agli azzurri di Sarri da una sola lunghezza di distanza.

Leave a Reply